Vespisti da mezza Italia per festeggiare i 20 anni del Vespa Club Perugia

19

Vespisti da mezza Italia per festeggiare i 20 anni del Vespa Club Perugia. Gli appassionati si sono riuniti con i loro scooter in piazza IV Novembre per poi arrivare al Trasimeno. Il Presidente Sonaglia: “L’obiettivo è ora quello di organizzare un raduno nazionale ogni anno”

Il fascino della Vespa non tramonta mai come testimoniano i tantissimi turisti e perugini tutti impegnati a riprendere e fotografare il lungo e colorato ‘sciame’ che la mattina di domenica 3 settembre ha attraversato rombante corso Vannucci.

Oltre duecento vespisti provenienti da tutto il centro Italia, ma anche da Salerno, Piacenza e Avellino, si sono infatti prima riuniti in Piazza IV novembre per poi risalire a bordo dei loro scooter Piaggio, sfilare compatti nel ‘salotto buono’ della città e quindi per i colli perugini fino al lago Trasimeno.

Il Vespa club Perugia ha così celebrato, nel migliore dei modi, i suoi venti anni di vita; l’annunciata e temuta pioggia, infatti, non c’è stata dando così la possibilità a tanti appassionati di prendere parte al raduno nazionale ‘Vent’anni in Vespa’ e ai relativi festeggiamenti.

L’evento era, però, già iniziato il giorno prima con l’arrivo dei primi partecipanti e una visita al borgo di Corciano, dove hanno ricevuto una bella accoglienza da parte dell’amministrazione comunale, rappresentata per l’occasione dall’assessore Andrea Braconi e dai membri della pro loco.

Domenica, invece, il ‘serpentone’, dal centro storico di Perugia, si è dipanato verso il quartiere di San Marco e quindi verso le frazioni corcianesi di Capocavallo e Mantignana; da lì si è inerpicato sulle colline fino ai 653 metri di altezza di Castel Rigone per poi ridiscendere fino alle sponde del Trasimeno, prima sulle spiagge di Monte del Lago per un aperitivo e la consegna dei riconoscimenti ai Vespa club presenti e dopo a San Feliciano per il pranzo conclusivo. Presente alla due giorni anche il presidente del Vespa club Italia Roberto Leardi insieme al vicepresidente Stefano Crociani e al referente per l’Umbria, Gilberto Pellegrini.

“Non posso non esprimere soddisfazione e apprezzamento per quanto è riuscito a fare il Vespa club Perugia – ha detto Leardi –. Questo è un club importante, con una lunga storia e che ha sempre mantenuto un ottimo numero di soci”.

Nell’ambito del Campionato turistico del Vespa club Italia, in cui il raduno ‘Vent’anni in Vespa’ era stato inserito, primo in classifica si è posizionato il Vespa club Artena con 12 partecipanti e 2.846,91 chilometri macinati complessivamente nel weekend, secondo il Vespa club Salerno, terzo quello di Piacenza, quarto il ‘Leoni rossi’ di Grottaminarda e quinto l’umbro Vespa club Fratta di Umbertide.

Ad accogliere in piazza IV novembre i vespisti anche il sindaco di Perugia Andrea Romizi rimasto impressionato per l’organizzazione e per il colorato spettacolo creato da tante Vespe.

“Pur non essendo mai stato un grande appassionato di due ruote – ha commentato il sindaco –, mi piacerebbe avere il tempo avvicinarmi a questo mondo della Vespa che consente di stare insieme agli amici e di trascorrere dei momenti in serenità e libertà”.

“Voglio assolutamente ringraziare – ha dichiarato il presidente del Vespa club Perugia Andrea Sonaglia – tutti i soci e i club che sono intervenuti. Così come le aziende che hanno sostenuto l’impegno economico ed organizzativo, tra cui Ciao Motori, Gruppo Grifo Agroalimentare e Cancellotti. Un pensiero anche alle forze di polizia, i Vigili Urbani di Perugia e il Comando provinciale dei Carabinieri, alla Croce Bianca Perugia e, soprattutto, alle amministrazioni comunali di Corciano e Perugia, con una menzione al sindaco di Perugia Andrea Romizi e ai suoi collaboratori. Questo raduno – ha concluso Sonaglia – è un punto di partenza per il  futuro e ripaga con i fatti chi ci ha creduto. L’obiettivo è adesso quello di riuscire a organizzare un raduno nazionale una volta all’anno e non ogni due come succedeva fino a oggi”.