I pasticceri di Orentano festeggiano la Vespa Primavera con 40.000 bignè

13

I pasticceri di Orentano festeggiano la Vespa Primavera con 40.000 bignè. L’edizione 2018 della festa del Dolcione ha reso omaggio ai 50 anni dello scooter Piaggio. Migliaia di persone in piazza per la spettacolare sfilata del carro

Quarantamila i bignè alla crema messi sul carro a guarnire la Vespa Primavera alta sei metri e la torta celebrativa dei cinquant’anni della festa di Orentano (Pisa). Ventimila quelli farciti con crema e cioccolato messi in vendita oltre a quelli che, dopo la sfilata del Dolcione 2018, sono stati distribuiti alle migliaia presenti alla tradizionale serata di mezza estate a Orentano. Una consuetudine che sta cercando di mantenersi in vita e anche di rigenerarsi dopo mezzo secolo di storia, malgrado la diminuzione dei pasticceri orentanesi e un ricambio generazionale che, come in tante altre piccole realtà, non è per niente semplice da mettere in atto.
“Ci proviamo – dice Maurizio Ficini, il presidente del Comitato Carnevale che organizza la Festa del bignè a cui ha partecipato il Vespa Club di Pontedera con una sfilata di scooter d’epoca e tante autorità, compreso il sindaco Gabriele Toti – Dall’anno scorso, quando abbiamo deciso di omaggiare i cento anni del Giro d’Italia, è stato interrotto il filone della riproduzione dei monumenti. Questa volta la scelta è stata di celebrare la Vespa Primavera, un mito del nostro Paese, nata nella vicina Pontedera, scooter che nel 2018 ha festeggiato cinquant’anni come la nostra festa. Il tentativo di rinnovarsi è in atto, ma se pensiamo che a Roma venti anni fa c’erano 300 pasticcerie gestite da orentanesi e oggi c’è ne sono una ventina, si capisce bene quanto sia difficile portare avanti questa tradizione”.